Condilomatosi florida vulvo-perineale riassorbita

Presenza di voluminosa formazione “a cresta di galloin regione perineale inglobante svariati condilomi di aspetto tipico. L’evidenza della lesione e la correlazione con un’infezione sessualmente trasmissibile, creava inevitabilmente un grave disagio alla donna al punto da condizionarne le relazioni sessuali. Inoltre la consultazione acritica di siti internet non accreditati scientificamente, induceva a pur infondati timori di rischi in senso oncologico.  

Condilomatosi florida vulvo-perineale riassorbita /3

Anche l’introito vaginale non presenta evidenze di manifestazioni condilomatosiche.


Donna di 32 anni DI età

Diagnosi: Condilomatosi florida vulvo-perineale.

Considerazioni: L’intervallo di tempo trascorso tra l’esame vulvoscopico per diagnosi e quello per il trattamento, hanno consentito al sistema immunitario della paziente di opporre le sue difese e di eliminare la lesione mediante riassorbimento della stessa.

In questi casi è importante il controllo del/dei partners e l’avvertenza alla paziente relativa alla possibilità di nuove manifestazioni nel tempo, rassicurandola sulla benignità delle stesse in un confronto attivo tra virus e sistema immunitario, analogamente a quanto avviene nel caso dell’Herpes labiale.

 

Data: 22 marzo 2017
Categoria: Condilomatosi florida vulvo-perineale riassorbita
2017 © Dott. Carlo Maria Stigliano

Copyright © Theramex 2020

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?